Super bonus infissi: come funziona.

Bonus infissi: come funziona? Tutti coloro che desiderano sostituire gli infissi possono usufruire di specifiche detrazioni fiscali. Di norma i soli lavori per la sostituzione di porte e finestre danno diritto al 50% di detrazione, ma in alcuni casi specifici il bonus sale al 110 per cento. Vediamo quando.

Quando è possibile usufruire del bonus 110 per cento?

Affinché anche la sostituzione dei serramenti rientri nel bonus 110 per cento è necessario che si verifichino determinate condizioni: i lavori su porte e finestre, considerati interventi “trainati”, cioè minori rispetto ai lavori che usufruiscono di base del bonus 110 per cento, devono avvenire congiuntamente con uno dei cosiddetti lavori “trainanti”.

Gli interventi trainanti sono:

  • isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali e inclinate che interessano l’involucro degli edifici, con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda;
  • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, e/o il raffrescamento e/o la fornitura di acqua calda sanitaria sulle parti comuni degli edifici, sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari site all’interno di edifici plurifamiliari;
  • interventi antisismici, ovvero il sisma bonus.

Per usufruire del bonus 110 per cento è inoltre necessario migliorare di due livelli la classe energetica dell’immobile a seguito degli interventi.

L’importanza della trasmittanza termica.

Con l’entrata in vigore dei decreti attuativi sono cambiati i valori minimi di trasmittanza termica che devono essere rispettati quando si sostituiscono i serramenti per godere del super bonus 110 per cento.

In concreto, questo significa installare finestre più isolanti e quindi più performanti. È dunque fondamentale rivolgersi a dei professionisti che sappiano trovare le soluzioni più adatte, sia a livello estetico, sia di performance, accompagnandoti in tutte le fasi della scelta, fino all’installazione. Trova il professionista Finnova più vicino a te > CLICCA QUI

I vantaggi del bonus infissi 110 per cento.

Grazie al super bonus è possibile recuperare in cinque anni, come credito d’imposta, il 110 per cento della spesa sostenuta per la sostituzione degli infissi. L’importante è che l’intervento sia stato effettuato in accompagnamento ad almeno uno dei cosiddetti interventi “trainanti”.

Il beneficio è valido a partire dal 1° luglio 2020 e fino al 31 dicembre 2021. La detrazione 110 per cento si può recuperare in 5 rate annuali di pari importo.

Se si accede al bonus 110 per cento (ma anche alla semplice detrazione fiscale del 50%) è possibile scegliere tra tre opzioni:

  • detrazione in dichiarazione dei redditi, spalmata su 5 anni;
  • cessione del credito, anche a banche e istituti finanziari;
  • sconto in fattura, poi recuperato come credito d’imposta.

Bonus infissi 2020: documenti necessari.

Per ottenere gli sgravi fiscali previsti dal super bonus è necessario:

  • presentare la documentazione che attesti l’esecuzione dei lavori e il pagamento (che deve essere effettuato con un sistema tracciabile);
  • inviare all’ENEA la comunicazione di esecuzione dei lavori entro 90 giorni, mandando i documenti richiesti online sul sito ENEA.

Se hai trovato utile questo articolo condividilo sui social!

Torna alle news