Come pulire gli infissi: tutti i segreti.

Arriva la primavera e con lei la voglia di rinfrescare la casa, per cacciare la patina di grigio e buio che l’inverno ha lasciato. È dunque il momento di pulire anche gli infissi, facendoli tornare splendenti e pronti ad accogliere la nuova stagione.

Per avere infissi belli come il primo giorno e anche sempre perfettamente funzionanti, si consiglia di eseguire un’accurata pulizia almeno due volte l’anno. Chiaramente la frequenza con cui procedere alla pulizia dipende molto dal luogo in cui si vive. Per chi abita in centro città, dove smog e polvere rappresentano un problema, o nelle case al mare, dove la salsedine rischia di corrodere gli infissi, la pulizia dovrebbe essere eseguita ogni due/tre mesi.

Come pulire gli infissi in legno.

Gli infissi in legno richiedono molta meno manutenzione di quanto si possa pensare e anche la loro pulizia non è affatto difficile. Bisogna però tenere sempre presente che il legno non va mai trattato con detergenti aggressivi e corrosivi (come candeggina, alcol, acetone) e neppure con quelli contenenti ammoniaca, perché lo rovinerebbero anche in modo irreversibile.

Meglio evitare anche spazzole ruvide, lana di vetro e getti di acqua a pressione che potrebbero danneggiare la vernice e le saldature della struttura.

Pulire gli infissi in legno in modo sicuro, semplice ed ecologico.

Ecco come procedere in pochi semplici passi:

  • Si inizia spolverando accuratamente gli infissi, sia nella parte esterna, sia in quella interna. Nel caso di infissi particolarmente sporchi, si consiglia di eliminare polvere o sporcizia con un panno leggermente inumidito con un detergente specifico oppure con acqua e olio. Se ci sono alcuni angoli non facilmente raggiungibili è meglio aiutarsi con un pennello, per eliminare la polvere anche dalle zone più nascoste.
  • Se le finestre sono particolarmente sporche, è possibile utilizzare una miscela di acqua tiepida e bicarbonato, strofinando con energia.
  • E in caso di muffa? Niente paura! Per eliminarla sono sufficienti acqua e aceto. Basta passare la soluzione nelle zone interessate, lasciare agire per cinque minuti e infine passare un panno per eliminare liquido e muffa.
  • La pulizia va effettuata con movimenti dall’alto verso il basso per evitare che lo sporco finisca sulle parti già pulite. Inoltre, bisogna sciacquare abbondantemente e asciugare gli infissi con un panno morbido, pulito e che non rilasci pelucchi. Se gli infissi vengono lasciati asciugare naturalmente, infatti, potrebbero poi presentare macchie o antiestetici aloni.
  • Una volta che gli infissi sono stati accuratamente puliti, si procede passando uno strato di olio o di cera per legno, per dare al legno il giusto nutrimento.

Come pulire gli infissi in legno alluminio.

Nel caso di infissi in legno alluminio, la parte esterna realizzata in alluminio risulta particolarmente resistente e necessita davvero di pochissima manutenzione. Per pulirla bastano una spugna, un po’ di detergente e il gioco è fatto!

È però importante evitare detergenti troppo aggressivi che potrebbero alterare le proprietà degli infissi. Anche la spugna deve essere delicata: no alle spugne abrasive, che potrebbero rimuovere la vernice. Meglio optare per un panno morbido che non graffi la superficie.

Come pulire gli infissi in legno alluminio.

Nel caso di infissi in legno alluminio, la parte esterna realizzata in alluminio risulta particolarmente resistente e necessita davvero di pochissima manutenzione. Per pulirla bastano una spugna, un po’ di detergente e il gioco è fatto!

È però importante evitare detergenti troppo aggressivi che potrebbero alterare le proprietà degli infissi. Anche la spugna deve essere delicata: no alle spugne abrasive, che potrebbero rimuovere la vernice. Meglio optare per un panno morbido che non graffi la superficie.

Come procedere per pulire l’alluminio?

  • Il primo passo da fare è rimuovere la polvere e lo sporco a secco, semplicemente con un panno morbido, evitando l’utilizzo di acqua.
  • Una volta tolto il grosso della polvere e dello sporco, si riempie una bacinella di acqua tiepida e aceto o bicarbonato e vi si immerge il panno morbido. Il panno umido va poi passato con cura su tutta la superficie degli infissi, comprese guarnizioni, fessure e angoli nascosti dove maggiormente si accumulano polvere, smog e sporco.
  • Al termine dell’operazione, gli infissi vanno asciugati con cura, per evitare che si formino aloni.

Chiedi al rivenditore più vicino il nostro kit per la manutenzione: CLICCA QUI.

La scelta della finestra.

Sia che si tratti di finestre in legno, sia in legno alluminio, le soluzioni Finnova richiedono pochissima manutenzione, durano a lungo nel tempo ed assicurano ottime performance anche nelle condizioni meteo più avverse. Inoltre, l’ampia gamma di prodotti, finiture, texture e cromie, abbinata alla possibilità di personalizzare ogni componente, permette di creare la finestra perfetta per ogni casa.

Per scoprire tutte le tipologie di finestre Finnova e scegliere quella più adatta alle tue esigenze > CLICCA QUI

Se hai trovato utile questo articolo condividilo sui social!

Torna alle news