Il benessere del legno in casa

Il legno non è solo un materiale grezzo dal quale realizzare porte, finestre o elementi d’arredo. Se inserito in un contesto abitativo in modo intelligente, può, a lungo andare, avere effetti positivi sul nostro benessere psicofisico. 

Quanto è importante il benessere fisico e mentale nell’era tecnologica? Tanto, soprattutto se diventa sempre più difficile disconnetterci dai nostri dispositivi tecnologici e abbandonarci al gusto della semplicità. Ritrovare il contatto con la natura senza allontanarsi da casa è possibile, riempiendo i propri ambienti domestici di elementi realizzati in materiali naturali.

Il legno è il principe dei materiali naturali: vivo, robusto ed esteticamente appetibile, è uno stabilizzatore dell’umore, in quanto la sua presenza in casa diventa motivo non solo di equilibrio tra gli elementi architettonici ma anche di benessere interiore. Come è possibile? Ce lo dice la scienza. Uno studio condotto dall’Istituto per la Diagnostica non Invasiva di Weiz ha voluto testare le proprietà del legno, analizzando i suoi effetti sulle persone. Ne è emerso che il legno avrebbe un effetto rilassante sul sistema nervoso vegetativo, abbassando la frequenza del battito cardiaco. In questo modo si ha non solo un notevole risparmio dei battiti cardiaci, ma anche una qualità del riposo maggiore e un elevato recupero delle energie fisiche e mentali.

Ogni casa, dopotutto, ha una sua energia intrinseca, ma quando viene arricchita di elementi quali piante o serramenti in legno, questi agiscono come naturali filtri d’aria: assorbono l’aria in eccesso o la restituiscono quando l’ambiente diventa secco per via del funzionamento del riscaldamento, rinfrescando l’ambiente attraverso un riciclo di aria del tutto naturale. È quindi importante che gli spazi abitativi non solo soddisfino un personale gusto estetico, ma raggiungano un equilibrio tra elementi materici e naturali, perché ognuno di essi agisce in modo determinante sulla vita dell’abitazione, ma soprattutto sul benessere spirituale di chi la abita.